informativa sui cookiesAgenzia di viaggio dal 1990
 
 HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | CATALOGO | LINK UTILI | IN EVIDENZA 
CERCA DESTINAZIONE
 
 
Tour
Il meglio dell'Argentina Patagonia, Terra del Fuoco, Cascate Iguazù 

dall'1 al 16 marzo 2018


1° GIORNO: Milano – San Paolo. Partenza  da Milano Malpensa con volo di linea Latam Airlines per Iguazù con scalo a San Paolo: Malpensa 20.10 San Paolo (Brasile) 05.40. Pasti e notte a bordo.

2° GIORNO: San Paolo – Iguazù. Arrivo all’aeroporto di San Paolo e coincidenza con il volo diretto a Iguazù: San Paolo 09.00 Iguazù (Brasile) 10.38. Arrivo, incontro con la nostra guida e trasferimento all’ Hotel Viale Cataratas Iguaçu 4* o similare (situato nel versante brasiliano). Le cascate di Iguazù sono tra le più imponenti e maestose del mondo, con un fronte particolarmente esteso che comprende l’Argentina e il Brasile. Il sistema conta 275 cascate, con altezza fino a 70 metri, lungo ben 2,7 km dell’omonimo fiume Iguazú. La “Garganta del Diablo” (Gola del Diavolo, lato argentino), una gola a forma di U profonda 150 metri e lunga 700 metri, è la più imponente e segna il confine tra Argentina e Brasile. La maggioranza delle cascate è nel territorio argentino, ma dal lato brasiliano (600 metri) si ottiene una visione più panoramica della Garganta del Diablo. Le cascate sono condivise dal Parco Nazionale dell'Iguazú (Argentina) e dal Parco Nazionale dell'Iguaçu (Brasile). Questi parchi sono stati designati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità rispettivamente nel 1984 e 1986. Il nome Iguazú viene dalle parole “guaraní” (acque) e “guasu” (grandi). Una leggenda Guaraní dice che un Dio pretendeva sposare una bellissima ragazza chiamata Naipú, che però scappò in canoa con il suo amante mortale, Caroba; arrabbiato, il dio modificò il fiume creando le cascate, nelle quali Naipù cadde trasformandosi in roccia, mentre Caroba si trasformò in albero. Si narra che da questa posizione i due amanti continuino ad osservarsi. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per l’escursione alle cascate lato brasiliano (bus privato, guida parlante italiano). Al termine dell’escursione (tempo permettendo) sarà possibile effettuare (facoltativo) il Sorvolo delle cascate in elicottero oppure la visita al Parco Degli Uccelli. Rientro in serata in hotel, cena e pernottamento.

3° GIORNO: Cascate Iguazù lato argentino. Prima colazione in hotel. Escursione intera giornata alle cascate sul versante argentino, percorso a bordo del trenino ecologico fino alla Garganta del Diablo, visita quindi delle passerelle superiori ed inferiori. Pranzo a buffet presso il tipico ristorante El Fortin. Rientro in hotel, cena e pernottamento. Durante l’escursione sarà possibile effettuare (facoltativo) la “Gran Avventura”, emozionante giro in gommone sotto le cascate.

4° GIORNO: Iguazù – Buenos Aires. Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e partenza per Buenos Aires con volo LA7505 delle ore 13.30. Arrivo alle ore 15.25, incontro con la vostra guida e trasferimento privato presso centralissimo Hotel NH 9 de Julio 4* o similare. Tempo a disposizione per un primo impatto con la bellissima capitale argentina, la capitale del Tango. Pasti liberi e pernottamento. La vostra guida vi consiglierà i migliori ristoranti dove poter gustare specialità del luogo.

5° GIORNO: Buenos Aires. Prima colazione in hotel. Partenza per la visita della città di un’intera giornata con guida parlante italiano. Buenos Aires, città cosmopolita, ricca di cultura e di divertimenti allo stesso tempo, definita la Parigi del Sud America, con bellissimi quartieri dove si vive ancora a misura d’uomo. Vi sorprenderà la quantità di negozi, vetrine, ristoranti e soprattutto le “confiterias” bellissime sale da tè dove ci si ritrova con gli amici. Da non perdere Calle Florida, pedonale e riservata quasi esclusivamente ai turisti, Avenida Santa Fé, il centro commerciale della città. La notte poi esplode in Calle Corrientes, la via che non dorme mai, una continua successione di bar, trattorie, teatri, cinema, librerie e locali di ogni genere. Recoleta, la zona residenziale, vi sorprenderà con i suoi ristoranti e locali esclusivi, punto d’incontro della gente importante della città; gli fa da contrasto la Boca, il quartiere del porto, o quartiere Xeneixe, con le sue case dai mille colori celebrate dal Tango. Da non perdere un giro nel vastissimo Parco Palermo, polmone verde della città. Infine per gli amanti dell’antiquariato e delle cose curiose, una visita a San Telmo, il quartiere vecchio e più caratteristico. Cuore della città è la storica Plaza de Mayo, che rappresenta il nucleo dell’insediamento originale risalente al 1580 ad opera del conquistatore spagnolo Juan De Garay al quale è dedicato un monumento. Sulla Plaza de Mayo sorge anche la sede della Presidenza della Repubblica, la Casa Rosada ed il Cabildo, oggi monumento storico nazionale, è conservato come una reliquia: da esso si innalzò il primo grido di libertà che doveva accendere la fiamma dell’indipendenza, non solo Argentina ma di tutta l’America Latina. Da Plaza de Mayo parte la Avenida de Mayo, prima tra le grandi arterie cittadine, che fu inaugurata nel 1894: tutti gli edifici che la circondano risalgono alla stessa epoca. Ricordiamo infine il Teatro Colon, inaugurato nel 1908, con una capacità di 3000 posti. Mattinata dedicata alla visita della città parte moderna (Parchi Palermo, zona Recoleta, ecc) con visita all’interessante Museo de Los Inmigrantes per conoscere una parte di storia molto importante dell'Argentina. Pranzo presso il tipico Ristorante Posada 1820. Pomeriggio dedicato alla parte storica (Plaza de Mayo, Casa Rosada, Cabildo, Quartiere de La Boca). Al termine rientro in hotel. Cena libera non inclusa e pernottamento.

6° GIORNO: Buenos Aires – Ushuaia (Terra del Fuoco). Al mattino presto trasferimento all’aeroporto metropolitano di Buenos Aires (Aeroparque) e partenza per Ushuaia (Terra del Fuoco) con volo LA 7505 delle ore 11.55. Arrivo alle ore 15.40, trasferimento e sistemazione all’ Hotel Altos de Ushuaia o similare. Tempo libero a disposizione per il primo impatto con la città più australe del mondo, dal fascino particolare dove la luce crea una suggestione incredibile! Tempo permettendo, consigliamo di visitare il Museo della Fine del Mondo, una costruzione del 1902, che conserva le interessanti opere d'artigianato degli indiani Ona, i resti di naufragi, documenti e foto riguardanti la storia della regione; segnaliamo anche il Museo Marittimo installato nell'antico carcere (una delle prigioni più famose della storia argentina). Cena e pernottamento in hotel. Gli indiani Selknam, chiamati anche Ona, arrivarono nella Terra del Fuoco nell'8000 a.C. circa; il gruppo meridionale dei Selknam, gli Yamana, detti anche Yaghan, occupò l'odierna Ushuaia, vivendo in continuo conflitto cogli abitanti settentrionali dell'isola. Il famosissimo canale di Beagle fu esplorato per la prima volta dal capitano Robert FitzRoy il 29 gennaio 1833, durante il suo viaggio di esplorazione della Terra del Fuoco. Per gran parte della seconda metà del XIX secolo la parte orientale della Terra del Fuoco fu popolata da una maggioranza di cittadini non argentini, incluso un certo numero di britannici. Il nome Ushuaia appare per la prima volta nelle lettere e nei resoconti della South American Mission Society spediti in Inghilterra.

7° GIORNO: Terra del Fuoco – Parco e Pinguinera. Prima colazione in hotel. Oggi si va in escursione al Parco Nazionale Terra del Fuoco, con la sua flora, la sua fauna ed i suoi laghi dove i tramonti non finiscono mai. Scarponcini da trekking utilissimi per una bella camminata tra i boschi della zona. Pranzo in tipico ristorante. Nel pomeriggio, navigazione in catamarano panoramico lungo il Canal di Beagle, costeggiando l’ingresso della baia di Ushuaia e prosecuzione fino all’Isola Martillo, con i suoi pinguini. La Isla Martillo, nel Canale Beagle, è parte della Estancia Harberton e, da Settembre ad Aprile, è la casa dei pinguini Magallànicos. La colonia conta più di 3000 nidi ed è una delle tre presenti nella Terra del Fuoco. Potrete vedere anche una colonia minore di 23 coppie di pinguni Papùas, unica nell’America del Sud. (escursione collettiva con guida multilingue parlante spagnolo/inglese a bordo). Rientro in hotel, pernottamento. Cena libera. A Ushuaia ci sono ottimi ristoranti a scelta per degustare la “centolla”, granseola gigante, che si trova unicamente nella zona della Terra del Fuoco, il nostro accompagnatore vi porterà, se lo vorrete, a scoprire il meglio della cucina nei ristoranti “alla fine del mondo”!!!

8° GIORNO: Ushuaia – El Calafate (Patagonia). Prima colazione in hotel. Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Calafate, porta di ingresso al Lago Argentino, LA 7738 delle ore 10.15, Arrivo alle ore 11.35, trasferimento e sistemazione all’ hotel Unique Luxury Patagonia 4* o similare. Consigliamo (facoltativo) una visita al Glaciarium, centro studi e museo dedicato alla storia dei ghiacciai Patagonici che ci aiuterà a capire meglio le visite effettuate durante il vostro viaggio a El Calafate.  Pranzo libero. Cena e pernottamento in hotel. La città si trova sulla riva meridionale del Lago Argentino, nella parte sud-occidentale della provincia di Santa Cruz, e si trova a circa 335 km a nord-ovest di Río Gallegos, il suo capoluogo. Non è una città particolarmente grande, in quanto anche la sua popolazione è di modesta entità, ovvero di circa 7.000 persone. Una particolarità, è che il suo nome deriva da una pianta dai fiori gialli che è molto diffusa in Patagonia, con delle bacche che hanno un colore blu scuro: il Calafate con il nome scientifico di Berberis buxifolia.

9° GIORNO: El Calafate – Navigazione. Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla Navigazione sul Lago Argentino “Rios de Hielo”. Trasferimento al punto d'imbarco di Punta Bandera, situato a 40 Km da El Calafate. Alle 09.00 inizio della navigazione lungo il braccio nord del Lago Argentino, attraverso la Boca del Diablo, il punto più stretto del lago, fino a raggiungere il Canale Upsala, dove si incontra una spettacolare barriera di ghiaccio. Proseguimento tra gli iceberg fino al fronte del ghiacciaio Upsala, che con una superficie di 800 Kmq è pari quattro volte la città di Buenos Aires. La destinazione successiva è il Ghiacciaio Spegazzini, il più alto del Parco nazionale, occasioni uniche per scattare foto meravigliose (escursione collettiva con guida multilingue parlante spagnolo/inglese a bordo).

10° GIORNO: Ghiacciaio Perito Moreno. Dopo la prima colazione in hotel, escursione della durata dell’intera giornata al celeberrimo Ghiacciaio Perito Moreno, che si trova a 85 km da Calafate. Visiteremo le passerelle panoramiche di fronte all’immensa distesa di ghiaccio, per scattare foto uniche… Navigazione di circa 1 ora lungo la parete del ghiacciaio – Safari Nautico (escursione collettiva con guida multilingue parlante spagnolo/inglese a bordo). Pasti liberi e pernottamento in hotel. Il ghiacciaio Perito Moreno, situato nel Parco Nazionale Los Glaciares, fu dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità nel 1981. Il Perito Moreno è una massa immensa di ghiaccio che cade a picco sul Lago Argentino con un fronte che si estende per cinque chilometri e pareti che si innalzano fino a sessanta metri sopra le acque e si nascondono per altri duecento sotto il livello del lago. Il ghiaccio, anche se impercettibile, avanza più di un metro al giorno, provocando le rotture di torri ghiacciate che risuonano come colpi di cannone nel silenzio del Parco. Pranzo box lunch. Il rientro è previsto per il tardo pomeriggio. Cena libera e pernottamento.

11° GIORNO: El Calafate – Buenos Aires. Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e partenza per Buenos Aires con volo LA7733 delle ore 09.40. Arrivo a Buenos Aires alle ore 12.36. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Pranzo libero, tempo a disposizione per l’ultimo shopping o per escursioni facoltative.
Alcuni suggerimenti:
1) visita Cafe Tortoni, la culla del Tango (a piedi dall’hotel, 800 metri circa) per un caffè, una cioccolata o una merenda a base di churros (dolci tipici..).
2) aperitivo nella zona vip di Buenos Aires, la Recoleta e giro in zona (a piedi dall’hotel, 800 metri)....
3) un giro a piedi ai Parchi Palermo e visitare il famoso Museo Evita Peron (bellissimo!!)
4) Calle Florida e Galerias Pacifico (se interessati allo shopping)
5) Giri culturali in Avenida Santa Fe’ con la libreria famosa in tutto il mondo “ El Ateneo”
Nel tardo pomeriggio trasferimento in uno dei più bei locali di Tango della capitale argentina “La Ventana”
SOLO PER I NOSTRI CLIENTI, PRIMA DELL’INIZIO DELLO SPETTACOLO, VERRA’ OFFERTA (A SCELTA) UNA DEGUSTAZIONE DI VINI TIPICI ARGENTINI OPPURE UNA LEZIONE DI TANGO CON BALLERINI PROFESSIONISTI….
Seguirà la cena e lo spettacolo di Tango e folclore. Rientro in hotel. Pernottamento.

12° GIORNO: Buenos Aires – San Paolo – Malpensa. Prima colazione in hotel. Partenza per l’escursione al Tigre e Delta del Fiume Paranà. Situata a circa 35 Km. Da Buenos Aires, la città di Tigre costituisce la porta d'accesso al delta del fiume Paranà. Si tratta di un gruppo d'isolette e piccoli fiumi che si aprono a ventaglio, per ospitare un meraviglioso paesaggio naturale. L’Escursione dura circa 5 ore e si effettua la mattina. Si parte da Buenos Aires in bus verso San Isidro, la zona nord, la più ricca di Buenos Aires, fino al Tigre da dove a bordo di un battello navigheremo attraverso i diversi canali del fiume Paraná, visitando Puerto de Frutos.
Pranzo in fase di escursione. Al termine trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo per San Paolo JJ8005 delle ore 17.35 per San Paolo. Arrivo alle ore 20.20 a San paolo e coincidenza con volo JJ8062 delle ore 22.25 per Malpensa. Pasti e notte a bordo.

13° GIORNO: Malpensa. Arrivo a Malpensa alle ore 12.55.




Per maggiori informazioni    CONDIVIDI:    Condividi su facebbok Condividi su twitter Condividi su Google+ Condividi per email

Grigna Express - 2015 - all right reserved